(Articolo pubblicato originariamente su Citywire Italia)

Le novità per il "dopo Covid", il punto sui reclutamenti e l'impatto della pandemia sulla raccolta: l'analisi a cura del Dott. Gianluca Scelzo, Consigliere Delegato e Consulente Finanziario di Copernico SIM.

Quali novità per il dopo-Covid?

Prima di tutto sarebbe opportuno sapere quando finirà il Covid. Il piano di vaccinazione purtroppo va a rilento e definire ora quali zone ritorneranno a breve bianche è davvero molto difficile. Il perdurare di questa situazione certamente blocca un po’ la fase di reclutamento, così come quella di formazione. Già da tempo ci siamo attrezzati per svolgere tutto l’iter online, ma su certi argomenti è sempre meglio vedersi di persona. Quello che manca di più in questa fase è il contatto umano: appena sarà possibile organizzeremo eventi in presenza per dare slancio prima di tutto al rapporto tra colleghi e quello tra consulenti e clienti.

Come procedono i reclutamenti?

Mai come oggi abbiamo numerose trattative aperte, sia con profili senior sia con profili junior. Ci stiamo concentrando principalmente nel Nord Italia, nelle zone dove siamo già molto presenti, come Friuli-Venezia Giulia e Veneto, e nelle zone dove vogliamo crescere di più come Lombardia Piemonte e Liguria. Come profili senior cerchiamo principalmente persone di 40-50 anni, con un portafoglio minimo di 10 milioni di euro. Come profili junior, invece, cerchiamo giovani laureati in discipline economiche che abbiano superato l’esame per l’iscrizione all’Albo dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede e che vogliano iniziare un percorso di carriera stabile e duraturo. Siamo, inoltre, alla ricerca, soprattutto per gli uffici di Roma, Milano,
Udine, Trieste e Verona, di dipendenti bancari che abbiano voglia di mettersi in gioco in una realtà più dinamica e più libera da conflitti d’interesse.

L'impatto della pandemia sulla raccolta?

Il 2020 per noi è stato un anno di raccolta ottima e questo inizio 2021 ci sta permettendo di continuare lungo un trend estremamente positivo. Ovviamente speriamo che questa tendenza perduri anche quando “l’effetto Covid” sarà terminato ma, grazie anche allo sviluppo dei nuovi servizi lanciati nel 2020, confidiamo nel fatto che avremo delle grandi opportunità, soprattutto quando si potrà tornare a vivere una vita normale.